Cos’è Patrimoni Protetti?

Patrimoni Protetti è la prima piattaforma di finanza personale connessa al tuo territorio.

Ora ti spiego meglio di che si tratta.

Prima però di entrare nel dettaglio è doverosa una premessa.

Se il patrimonio di ogni individuo è la garanzia di un futuro sereno allora  ogni scelta non può essere lasciata al caso ma deve essere pianificata.

Il vero obiettivo della pianificazione patrimoniale è quello infatti di fornire sicurezza e benessere nel presente e nel futuro.

Purtroppo spesso il concetto di pianificazione e prevenzione arriva al massimo a 12 mesi come se dopo il nostro tempo fosse finito.

Vedi, negli ultimi decenni probabilmente anche tu sei stato abituato a non farti particolari domande sul futuro.

Complice da una parte l’assistenza statale e dall’altra la costante crescita del capitale attraverso rendimenti a due cifre e il prezzo degli immobili che saliva costantemente.

Non c’era bisogno di farsi venire “il mal di testa’’ con noiose letture e non servivano particolari nozioni di finanza quando per poter ricevere un consiglio era sufficiente chiedere al direttore o il gestore titoli che ti conoscono da sempre.

Entravi in banca con l’idea che il direttore era la persona più giusta per amministrare i tuoi soldi perché aveva “le dritte giuste’’ o perché semplicemente gli riconoscevi l’autorità di “esperto del settore”.

Era una figura effettivamente di riferimento che si poneva alla pari del medico e del sindaco, cioè di quelle persone che sono fra la gente, ma sanno qualcosa in più.

Anche sul fronte immobiliare sei cresciuto con la convinzione che un immobile comprato ad un certo prezzo potesse solo che dare buoni affitti e aumentare di valore.

Non solo.

Domande su come integrare la pensione, come tutelare i tuoi cari in caso di morte, come diminuire l’impatto fiscale sui tuoi investimenti, non erano diciamo così una tua priorità.

Non è stata certo colpa tua, la formula era perfetta:

rendimenti periodici alti con rischi limitati = zero problemi e tante soddisfazioni.

Oggi però non puoi più permetterti questo lusso.

Se continui a fare le tue scelte con le uniche fonti di informazioni che avevi e con le stesse convinzioni sei fregato, perché sono inutili.

Innanzitutto sei di fronte a condizioni di mercato profondamente mutate che alcuni definiscono crisi ma che potrebbero essere la nuova normalità.

Inoltre ci sono stati e ci saranno cambiamenti importanti in ambito socialenormativo – tributario e finanziario che in qualche modo impattano su di te.

Solo per farti qualche esempio:

  • l’invecchiamento della popolazione
  • la normativa sull’antiriciclaggio
  • la normativa europea per il salvataggio delle banche
  • l’aumento della tassazione delle rendite
  • la probabile revisione delle imposte di successione
  • i tassi a zero e in alcuni casi negativi

Nonostante ciò, la maggior parte degli italiani continua a rivolgersi ai soggetti che dovrebbero occuparsi dei loro interessi nella speranza di ricevere le stesse semplici risposte degli anni passati, ma cosi facendo

non hanno più nessun controllo sui loro patrimoni.

Certo, non mi risulta che la scuola abbia mai insegnato almeno i concetti di base per non prendere fregature ma sta di fatto che le famiglie italiane sono quelle più esposte a perdere tutto quello che hanno costruito.

Proprio per la mancanza di conoscenza le persone si trovano a utilizzare strumenti non adeguati e a fare scelte emotive rincorrendo il rendimento prima di ogni altra cosa.

Questo significa che se non cambiano atteggiamento verso il futuro:

  • realizzano solo delle perdite, vendendo in preda al panico, quando investono i loro risparmi;
  • perdono soldi anche sul conto corrente perché non conoscono il pericolo dell’inflazione;
  • si scoprono più poveri di prima quando vanno a ritirare i loro risparmi in banca perché si sono fidati senza informarsi.
  • distruggono immense ricchezze costruite in anni di duro lavoro di fronte a imprevisti come infortuni, malattie o lutti;
  • non possono difendersi da un fisco che aggredisce le loro case e i risparmi ereditati;
  • non tutelano i soggetti più deboli all’interno della famiglia come minori, anziani e disabili.

Ma allora qual è il modo migliore per disinnescare tutte queste mine vaganti ?

Ad oggi, l’unica strada che conosco per prevenire i pericoli che possono incidere in maniera determinante sulla stabilità economica della tua famiglia, passa per la realizzazione di un Piano Finanziario Personalizzato.

Un piano d’azione che tenga conto della tua situazione, dei tuoi progetti di vita e dei possibili rischi.

Fra l’altro, le alternative per avere dei consigli sulla gestione del tuo patrimonio hanno diversi limiti.

Mi vengono in mente le banche tradizionali ma devo darti una brutta notizia.

I dipendenti non hanno le competenze necessarie.

Il motivo è semplice, l’obiettivo della banca non è quello di formare dei professionisti.

La formazione che ricevono è finalizzata alla vendita dei prodotti.

Devono conoscere le caratteristiche tecniche dei prodotti e le tecniche commerciali per spingere la vendita, perché questo è il primo obiettivo.

Vuoi una dimostrazione?

Ricorderai come molti investitori hanno perso denaro con le obbligazioni subordinate nella Banca delle Marche e Banca Etruria (per citare le principali ma sono molte di più).

Ma forse non sai che oltre il 70% dei dipendenti di queste banche hanno perso i loro risparmi.

Non è colpa loro.

Si sono ritrovati non solo a vendere spazzatura ai clienti, ma pure di comprarla per sé.

Escludendo quindi le banche tradizionali potresti rivolgerti ad altre figure.

Molti commercialisti e avvocati sono validi professionisti ma affrontano il tema della consulenza patrimoniale senza una visione d’insieme.

Le loro competenze sono specifiche e necessarie per trovare soluzioni fiscali e legali ma non finanziarie.

Potresti anche far parte di quelli non guardano più in la del loro naso e vivono sperando che non accada un evento o che le scelte fatte a caso diano i risultati sperati.

Bè qui sinceramente posso fare ben poco.

A proposito di me…mi devi perdonare perché non mi sono ancora presentato.

Mi chiamo Michele Isetta sono consulente finanziario in Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking e autore del libro ”Denaro sepolto non fa guadagno”

Sono iscritto all’albo dal 08/08/96 e dopo tanti anni di esperienza, sia come dipendente in banca che come consulente finanziario, ho capito che parlare di gestione del patrimonio solo da un punto di vista finanziario è limitante.

Oggi più che ieri, nelle famiglie s’intrecciano aspetti che toccano equilibri familiari e aziendali e coinvolgono ricchezze anche di altra natura come quelle immobiliari.

Per prendere le decisioni migliori non bastano quindi le sole competenze finanziarie ma sono necessari supporti legali e fiscali.

Così nel 2015 mi sono detto:’’ La prossima volta che incontro un possibile cliente devo assicurarmi di avere sempre una soluzione che tenga conto di questi aspetti per tutelare al meglio la sua ricchezza”.

Da allora ho investito tempo e denaro nella formazione specializzandomi nella realizzazione di un percorso ideale per realizzare i tuoi obiettivi.

Da allora lavoro con una squadra di esperti specializzati in ambiti diversi.

Da allora è nato il progetto Patrimoni Protetti ® per aiutare le famiglie ad acquisire maggiore consapevolezza nelle scelte finanziarie.

Ma come probabilmente sai, esistono già diverse società e consulenti che erogano corsi per imparare ad investire in azioni e in immobili, come risparmiare tasse e come vivere di rendita.

E allora in cosa si differenzia questo progetto rispetto ad altri?

Devi sapere che il loro compito è quello di darti una valanga di informazioni e farti diventare in poco tempo un esperto.

Spetta poi a te fare il resto.

  • misurare e limitare l’impatto degli eventi che possono danneggiarti;
  • gestire le tue emozioni nei momenti difficili;
  • scegliere gli strumenti più efficienti per raggiungere gli obiettivi
  • controllare il rischio finanziario dei tuoi investimenti;
  • ottimizzare l’efficienza fiscale dei tuoi investimenti,
  • valutare la redditività del patrimonio immobiliare;
  • selezionare le necessarie coperture assicurative.

Loro, dunque, fanno solo metà del lavoro che ti serve.

E’ come se ti mettessero davanti ad una tavola imbandita di ogni cosa ma se poi non ti dai delle regole rischi di stare male mangiando solo quello che ti piace.

PatrimoniProtetti non è nulla di tutto questo.

Per quanto possa essere utile accedere a tutte queste informazioni la differenza sostanziale nei momenti critici la fa il fattore umano.

Bada bene, non intendo il freddo contatto con un call center.

Quello di cui ti sto parlando è la presenza fisica di una persona che abbia la preparazione tecnica e la sensibilità per individuare le tue esigenze.

Disposto a dedicarti il tempo necessario per accettare e comprendere i cambiamenti in atto con i tempi e le modalità di cui hai bisogno.

Pronto a trovare le soluzioni migliori per te perché conosce la tua realtà, diversa da tutte le altre.

Per questo

Patrimoni Protetti è un progetto strettamente legato al territorio dei professionisti che aderiscono.

Vogliamo unire un programma di contenuti on line per accedere a tutte le info che ti servono con la presenza fisica di un consulente di fiducia.

Sai cosa significa per te?

Da una parte ricevere informazioni con le modalità i e tempi che preferisci.

Dall’altra trovare le soluzioni alle tue esigenze con una persona vicino a te con la quale confrontarsi sempre.

Ora, se risiedi in provincia di Savona ti do un motivo in più per iscriverti alla newsletter perché il nostro progetto parte da qua.

In caso contrario iscriviti lo stesso e se trovi interessanti nostri interventi parlane con il tuo con il tuo professionista di fiducia.

Potrebbe essere l’inizio di una nuova collaborazione utile a tutti.

Al tuo piano finanziario!